Sancrau alla genovese

Questo per me è un piatto speciale!! Per anni salsiccia o porchetta per anni li ho sempre mangiati dentro il panino alla sagra di San Lorenzo, inspiegabilmente non mi sono mai chiesta come si facevano i crauti in casa. Li vedevo nei negozi alimentari già pronti, sapevo che l’ingrediente principale è il cavolo ma niente di più.

Quando negli anni ho scoperto che si possono fare anche a casa è stata la svolta!! È una ricetta speciale sopratutto perché è stata la primissima cena casalinga che abbiamo preparato insieme io e Luca, quindi ogni volta che la prepariamo mi ricordo ancora quella sera di qualche anno fa quando abbiamo deciso di prepararlo.

Non ci sono trucchi o scorciatoie, proprio perchè è una ricetta semplice e abbastanza veloce. Il segreto, come in ogni mia ricetta, sta negli ingredienti freschissimi : verza direttamente dal campo e salsiccia di primissima scelta dal macellaio di fiducia.

  • CucinaItaliana

Ingredienti

300 g salsiccia
1 cespo cavolo verza
1 spicchio aglio fresco
3 acciughe sott’olio
aceto di vino rosso

Strumenti

Passaggi

Lavate la verza sotto l’acqua corrente, togliete le foglie esterne più dure, tagliate le rimanenti a fettine sottili e tenete da parte.

In una pentola capiente fate soffriggere dolcemente l’aglio con le acciughe spezzettate, aggiungete la verza tagliata finemente e fate stufare in padella sfumando con l’aceto di vino rosso. Quando saranno ammorbidite spegnete il fuoco e lasciate riposare coperte, in modo che rimangono calde.

Scaldate una piastra e quando sarà rovente cuocete i pezzi di salsiccia fino a renderli dorati (se volete aggiungete pochissimo sale). Uniteli nella pentola con la verza, dove avrete riacceso il fuoco, e mescolate facendo insaporire il tutto per qualche minuto.

Impiattate mettendo prima la verza e adagiatevi sopra la salsiccia e buon appetito!! Buonissimo appena fatto o anche riscaldato il giorno seguente in abbinamento ad un paio di crostoni di pane…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.